Servizio mail [ERA: Problemi di SPAM]

Diego Depaoli trebestie a gmail.com
Sab 18 Lug 2009 00:37:07 CEST


Il giorno 17 luglio 2009 14.33, Cristiano Deana<cris a gufi.org> ha scritto:
> On 17-07-2009 13:23, Diego Depaoli wrote:
>
>> Domanda da profano e non tendente a far perdere posti di lavoro... da
>> quando esistono prodotti come google apps (che è l'unico che conosco,
>> magari ne esistono altri migliori) ha ancora senso che una struttura
>> medio piccola si attrezzi con un servizio mail interno?
>
> Buona domanda.
> Innanzitutto direi che in ogni caso (server in casa, dal provider, da
> google) ormai DEVI avere il tuo dominio. Che potrai poi eventualmente
> spostare a piacimento.
>
> Per il resto... dipende.
> google sappiamo cosa ti da, quello in casa ha i vantaggi (IMO):
> * personalizzazione assoluta. vuoi script, automatismi, mail strane, mailing
> list, alias del cazzo? li puoi avere
> * scambi mail da 50mega col collega in un secondo
minia! dammi la marca dei tuoi computer!

> * controllo. dei log, degli accessi, ecc.
> * le tue mail restano "a casa tua"

tutte ragioni valide però sull'altro piatto della bilancia
spazio a gogo
non perdi le mail
nessun problema di configurazione
controllo dello spam
il miglior client (IMISSIMO)
multipiattaforma
non hai praticamente costi di manutenzione
....
amministro una google apps per tenere i contatti tra un gruppetto di amici
ci è costata 10$ di registrazione dominio e funziona meglio di molti
sistemi visti in luoghi di lavoro.
Condivido le preoccupazioni per google=grandefratello però l'aspetto
disarmante è che quando si parla di rete, collaborazione e
comunicazione google semplicemente fa le cose meglio.
Se aggiungeranno qualche feature già disponibile per un account google
standard, rischiano di far saltare il banco.

Saluti
-- 
Diego Depaoli


Maggiori informazioni sulla lista Aiuto