High availability cluster con FreeBSD

Marco Ermini markoer a markoer.org
Mer 6 Ott 2004 19:28:08 CEST


<quota chi="Davide">
>>Ci sarebbe da definire di preciso cosa intendi con "High availability
>>cluster", comunque CARP potrebbe essere un buon punto di partenza.
>>
>>
>>
> High availability clusters keep the overall service of the cluster
> available as much as possible by taking into account the fallibility of
> computing hardware and software.
>
> Credo sia la comune accezione per 'cluster ad alta affidabilità'.
</quota>

Fa una bella, enorme differenza CHE COSA devi gestire in alta
affidabilità. Se si tratta anche soltanto di web service, ci sono miriadi
di variabili (ad esempio: la tua applicazione mantiene delle sessioni
utente o meno? accede ad un db? queste cose cambiano COMPLETAMENTE la
tecnologia che puoi utilizzare!).

Puoi spaziare dal DNS round robin agli Enterprise JavaBeans - con tutto
quello che ci sta di mezzo. Quindi capisci che "alta affidabilità", come
ti hanno fatto giustamente notare, è veramente molto vaga come richiesta.


Ciao.
-- 
Marco Ermini
http://www.markoer.org
Dubium sapientiae initium. (Descartes)
root a human # mount -t life -o ro /dev/dna /genetic/research
<< This message is for the designated recipient only and may contain
privileged or confidential information. If you have received it in
error, please notify the sender immediately and delete the original.
Any other use of the email by you is prohibited. >>



Maggiori informazioni sulla lista esperti