High availability cluster con FreeBSD

Marco Ermini markoer a markoer.org
Mer 6 Ott 2004 19:34:48 CEST


<quota chi="Giulio Malinverno">
[...]
> Buongiorno a tutti,
> io ho nel cassetto la realizzazione di un cluster che è una via di mezzo
> fra un beowulf puro (per il calcolo scientifico tramite MPI) e un HA, il
> tutto 'motorizzato' da FreeBSD (5.2.1).
[...]
</quota>

Secondo me bisogna chiarirsi molto bene le idee su cosa si intende per
alta affidabilità. Come è stato fatto giustamente notare, si è troppo nel
vago.

In particolare, mi pare che stiate confondendo l'alta affidabilità con
l'alta capacità di calcolo, che sono due cose completamente diverse, che
hanno sì dei punti in comune ma che si implementano con tecnologie e
metodiche completamente diverse. Un rack di server web per l'alta
affidabilità di un sito web non è un cluster MPI: non ci azzeccano nulla
l'uno con l'altro.

In generale, con "cluster" raramente si intende una soluzione di alta
affidabilità (anche se può anche essere, ma in genere non è...) quanto una
configurazione per l'alta capacità di calcolo.

Suggerirei quindi di chiarirsi bene le idee: si vuole rendere *più
disponibile* un servizio (e che servizio? un web service? un database?) o
*distribuire* una capacità di calcolo?

Mi permetto di fare un intervento di questo tipo perché è il mio lavoro:
faccio il sistemista ed architetto di sistema, e vi posso assicurare che
non esistono soluzioni "general purpose" buone in ogni circostanza: ogni
volta che vuoi fare qualcosa di diverso troverai soluzioni diverse...


Ciao.
-- 
Marco Ermini
http://www.markoer.org
Dubium sapientiae initium. (Descartes)
root a human # mount -t life -o ro /dev/dna /genetic/research
<< This message is for the designated recipient only and may contain
privileged or confidential information. If you have received it in
error, please notify the sender immediately and delete the original.
Any other use of the email by you is prohibited. >>



Maggiori informazioni sulla lista esperti