ridondare piccolo server da ufficio

Davide D'Amico davide.damico a gmail.com
Gio 26 Feb 2009 17:55:55 CET


2009/2/25 Enrico M. <enricom a teppisti.it>:
> Dopo un piccolo guasto hardware che ha mandato gių il mio modestissimo server,
> ho pensato bene che sia necessario ridondare i servizi.
> Si tratta di una rete assai modesta, dotata di un unico ip pubblico,
> utilizzata da un minimo di 3 ad un massimo di 8 utenti, spesso dislocati in
> due uffici diversi.
> Il server non č un vero server, ma un pc athlon xp con 2 Gb di ram e due hd in
> raid 1 adattato all'uso
> I servizi girano all'interno di jails, e sono:
> 2 dns;
> 1 server db postgresql;
> 1 server ssh per le connessioni dall'esterno;
> 1 samba, che fa sharing e pdc;
> 1 proxy;
> 1 server di posta, con imap e smpt (dovecot e postfix);
> 1 server web con apache
> Il sistema base fa da dhcp, nat e firewall ed č dotata di due interfacce di
> rete, una per la rete esterna, una per la rete interna
> Pensavo quindi di tirare su una seconda macchina, di hardware identico alla
> prima e duplicare i servizi.
> Per i dns nessun problema, ne piazzo uno su ogni macchina.
> idem per i due server ssh.
> Per quanto riguarda firewall, web, posta, proxy e samba ho pensato a carp, con
> il quale potrei creare un indirizzo di rete virtuale, gestire i failover e
> magari fare pure load balancing. Resta il problema di sincronizzare le aree
> di storage per quanto riguarda samba, apache e posta.
Per diversi servizi (posta, web, samba) hai bisogno quanto meno di uno storage
condiviso (nfs va pių che bene). Per evitare di spostare il
SinglePointOfFailure,
ti consiglio un cluster NFS composto da due macchinette (anche abbastanza di
basso profilo) con due dischi da (magari) 1TB a bordo (in raid1 su ognuno dei
due nodi).
In questo modo puoi mettere i due "frontend" in carp.


-- 
d.


Maggiori informazioni sulla lista Esperti