[OT] Acquisti in USA: tasse/dogane/carte/etcetc

Marco Ermini marco.ermini a gmail.com
Gio 31 Mar 2005 11:09:36 CEST


On Sat, 26 Mar 2005 18:33:51 +0100, Guido Falsi <mad a madpilot.net> wrote:
[...]
> Mai avuto problemi con visa o american express. Quel che conta non e'
> tanto l'istituto che emette al carta di credito, ma il circuito della
> stessa. Se ' visa non avrai problemi.

Attenzione: ho visto che state tutti dicendo questo, ma a me non risulta.

Ultimamente (abbastanza recentemente) negli USA stanno cominciando a
rifiutare carte non USA. Questo perché le carte in USA sono in qualche
modo direttamente collegate ai conti correnti, ovvero hanno la
possibilità di verificare in tempo reale la copertura dell'addebito,
mentre questo non lo possono (ancora) fare se la carta non è USA. Ho
visto su altre mailing list che vari utenti europei hanno riscontrato
questo problema.

Penso che dipenda comunque dalla politica dell'esercente.
Probabilmente Amazon USA non lo fa (anche se non vedo pro a comprare
da loro piuttosto che da Amazon.co.uk o Amazon.de, a parte le
disponibilità). Per esempio scordatevi di comprare prodotti Apple da
un qualsiasi rivenditore.

Ho visto che questo problema era particolarmente presente per gli
acquisti di tipo informatico.


[...]
> Alcuni corrieri piu' grossi riescono a sgamare le tasse perche' le
> spedizioni interne a una azienda non sono soggette a tassazione, per
> esempio non ho mai pagato tasse sui libri di amazon, poiche' alal dogana
> italiana questi figurano come spediti dalla germania, e in germania ci
> arrivano traqmite posta interna all'azienda stessa.

Esatto è quello che mi accade con LinuxJournal... addirittura mi dice
che proviene dal Lussemburgo o qualcosa del genere :-)


> Un altro trucco che viene usato per il materiale elettronico/meccanico
> e' di farselo spedire dichiarando nella bolla che si tratta di materiale
> usato che e' stato mandato in iriparazione in USA e viene rispedito al
> proprietario. In questo caso, giustamente, non si pagano tasse, pero'
> puoi farlo solo se conosci qualcuno dall'altra parte.

Sottolineerei il fatto che è illegale :-)

Ricordo che evadere l'IVA è un reato penale... va bene che in Italia
non "paga" mai nessuno, ma se c'è qualcuno a cui "la fanno scontare"
sono proprio i "pesci piccoli"... :-/

Un conto è se la dogana non ti richiede nulla e tu fischiettando
incassi il pacco, un altro conto è agire deliberatamente per
aggirarla...


> Per quanto riguarda poi certi beni c'e' una specifica attenzione. ALcuni
> sono illegali, non si possono importare alcoolici, per esmepio,
> cioccolata, tabacchi...

Ma nemmeno importare in USA ;-)


Ciao!
-- 
Marco Ermini
http://www.markoer.org
Dubium sapientiae initium. (Descartes)
root a human # mount -t life -o ro /dev/dna /genetic/research
<< This message is for the designated recipient only and may contain
privileged or confidential information. If you have received it in
error, please notify the sender immediately and delete the original.
Any other use of the email by you is prohibited. >>



Maggiori informazioni sulla lista varie