Considerazioni e domande sparse (amd64)

Attilio Rao attilio a freebsd.org
Mar 16 Gen 2007 15:27:51 CET


2007/1/15, Diego Depaoli <trebestie a gmail.com>:
> Salve a tutti,
> a inizio ottobre ho assemblato un nuovo pc: Intel core 2, chipset
> Intel 945, audio integrato Intel, scheda di rete Realtek 8169 e scheda
> grafica Nvidia 7600Gt.
> Ci ho installato, nell'ordine: Freebsd-amd64 6.1 (rimosso),
> Kubuntu-amd64 (rimosso), FreeBSD-i386 6.1 (rimosso),
> Sabayon-Gentoo-amd64 (attivo), FreeBSD-amd64 6.2 (attivo).
> Tre mesi di utilizzo mi sembano sufficienti per un primo bilancio da
> 'semplice utonto' quale sono.
> a) Supporto hardware.
> Il confronto con Linux è imbarazzante: su FreeBSD non si possono
> installare i driver NVidia, l'audio e la rete non funzionano, il NCQ
> dei dischi non è supportato.

Immagino che hai una scheda audio Intel HDA; giusto per essere
precisi, il supporto sulla -CURRENT per il codec HDA e' quasi
perfetto, le patch mezze accroccate che si trovano per la -STABLE lo
sono molto meno.

Per quanto riguarda gli altri device, ci sono un po di considerazioni
sparse da fare. Se ti sei mai trovato a lavorare con i device (e i
driver) sai benissimo che spesso documentazione pubblica non c'e' (nel
senso che non esiste proprio) e quindi devi investire tempo a chiamare
X della casa produttrice Y per parlare delle specifiche tecniche del
loro prodotto (tutto cio' ammesso che Y sia interessata a fare
disclosing della propria tecnologia). Questo lo puoi fare quando X e'
un coder in gamba e ha tempo da dedicare alla cosa.
Purtroppo in FreeBSD ci sono pochi individui che hanno entrambe le
caratteristiche sopracitate, mentre su Linux cio' non accade perche'
molto spesso vi e' un supporto commerciale dietro la stesura di un
driver.

> Per usare FreeBSD ho dovuto recuperare un driver sperimentale per
> l'audio, un altro driver per la scheda di rete, compilare xorg 7.2
> (ancora fuori ports) per far partire X senza accelerazione hardware.

Se per 'scheda di rete' intendi il Wi-Fi 10:1 che si tratta di un
Intel3495ABG (wpi). (se ho indovinato anche questa meglio che vado a
fare l'indovino).
Anche qui, solito discorso, il driver e' al momento sotto stesura e
presto sara' incluso in -CURRENT.

> b) Supporto software
> Niente plugin java e flash, di molti software non esiste il port e di
> altri ci sono versioni datate (gnucash per citarne uno).

Vedesi risposta Matteo.

> c) Prestazioni
> Questo è l'aspetto che più mi perplime. Compilare su Gentoo richiede
> meno tempo (e qui magari ci sono motivi che mi sfuggono), ma lo stesso
> filmatino viene transcodato da Linux ad una velocità quadrupla!

Domande sparse:
Ma compilare cosa? Lo stesso programma?
Che significa 'transcodare'?
Che cosa hai usato (si usa di solito) per 'transcodare'?

> d) Conclusioni
> Ho iniziato ad usare FreeBSD da una versione 3 punto qualcosa perchè
> si era installato senza problemi su un vecchio pc. Dopo il fork di
> Dragonfly mi sembra 'peggiorato'. Le versioni 4 erano fantastiche,
> dalla 5 in avanti decisamente meno.

Sara' forse la 100esima volta che lo ripeto, ma lo faccio volentieri
visto che a quanto pare non tutti recepiscono il messeggio
(tranquillo, non sei il solo, anche sviluppatori molto in vista, su
questa stessa lista, spesso si sono buttati in critiche di questo tipo
senza considerare bene gli eventi).
Il discorso e' che il kernel, cosi come era stato concepito all'inizio
del progetto, sarebbe morto con i Pentium4 e le macchine
UniProcessore.
La 5 ha avuto principalmente come obiettivo il porting del kernel ad
altre architetture, il che ha incluso anche il famoso progetto SMPng
atto a rendere il kernel multithreaded.
Non mi aspetto che tutti capiscano la difficolta' che comporta
switchare un kernel assolutamente non adatto a gestire i problemi
legati all'SMP verso un modello multithreaded (safe), pero' ti posso
assicurare che e' qualcosa di estremamente difficile e dato anche lo
sforzo di un numero *esiguo* di sviluppatori (leggasi: a rendere
locked i subsystem ci hanno lavorato un sacco di persone ma quelli che
hanno sviluppato le primitive di sincronizzazione, hanno reso il
kernel preemptive, hanno sviluppato il modello degli interrupt
threads, etc. sono stati in 1 o 2) io sono molto soddisfatto dei
risultati. Era qualcosa che avrebbe dovuto aspettare 2-3 release per
essere considerata abbastanza soddisfacente. Direi che la 7 sara' una
bella sorpresa per tutti, da questo punto di vista.

> Mi è capitato ogni tanto di tradire il diavoletto, poi... vuoi perchè
> lo conosco meglio, vuoi perchè lo capisco meglio, sono sempre
> ritornato.
> Questa volta però sono demoralizzato. Ho passato ore a compilare per
> trovarmi con un sistema monco.
> Tra l'altro, alcuni problemi sono legati alla piattaforma, altri sono
> di FreeBSD tout court.
> e) Domande
> Perchè lo sviluppo di BSD procede così a rilento? E' una questione di
> numero di persone, di risorse, o...?
> L'apertura del branch 7 era così indispensabile?

Lo sviluppo di FreeBSD non procede spediditamente perche' quelli che
fanno le cose piu' importanti sono sempre i soliti. Non c'e' ricambio
generazionale.
Al momento ci sono dei problemi caldi (se sei interessato possiamo
anche parlarne) che andrebbero affrontati subito se si vuole rendere
FreeBSD un OS adatto a tutti i tipi di usi (leggasi: desktop) ma data
la mancanza di developers talentuosi e motivati i problemi non vengono
indirizzati prontamente.

> C'è interesse a renderlo usabile su desktop oppure il futuro è server-only?
> Perchè è più lento di Linux?
> Chi me lo fa fare?
>
> Sono riflessioni, nient'altro.
> E' che mi sembra di stare sprecando tempo senza nemmeno essere in
> grado di dare un contributo.

Se davvero vuoi fare qualcosa di utile, proponiti nelle ml di freebsd
come sviluppatore e/o tester oppure donando hardware/soldi. Questo e'
quello che puoi fare di concreto.

Attilio


-- 
Peace can only be achieved by understanding - A. Einstein


Maggiori informazioni sulla lista varie